Sprint

Strumenti e tecnologie di Precisione per il RIlievo e la gestione sosteNibile della variabilità in vigneTo

Possibili percorsi da realizzare ai fini della valorizzazione industriale dei risultati

Il sistema di mappatura delle rese potrà essere basato su due tecnologie: l’impiego di celle di carico e torsiometri e la computer vision. In caso di risultati positivi e qualora l’impresa decidesse di accedere ai risultati per dare inizio a un processo di industrializzazione, sarebbe richiesta l’acquisizione dei TRL successivi al livello 6. Pertanto, saranno necessari investimenti relativi all’integrazione per la dimostrazione del prototipo in ambiente operativo reale (TRL7), seguiti dall’integrazione del sistema in un design commerciale (TRL8) e dalla dimostrazione completa del sistema in ambiente operativo reale. I risultati potranno riscuotere l’interesse di imprese attive nella produzione di macchine agricole che già dispongono o possono facilmente reperire sul mercato le tecnologie richieste e che grazie alle professionalità interne, già dispongono di numerose competenze necessarie alla progettazione aziendale e all’implementazione delle tecnologie stesse. A titolo di esempio, CNHi vanta un gruppo “innovation” che incardina professionalità altamente qualificate principalmente di estrazione ingegneristica (MSc, PhD,…) che intraprendono periodicamente percorsi formativi di aggiornamento professionale. Peraltro, non si esclude che potranno essere reclutate nuove figure professionali con competenze prettamente di carattere viticolo/enologico nell’ottica di una maggiore multidisciplinarietà del team di lavoro. Il settore business potrà sviluppare le più opportune strategie per una comunicazione tecnico-commerciale mirata a fare incontrare le esigenze del mercato con l’innovazione si renderà disponibile.

Anche i risultati relativi alla vendemmia selettiva potranno rappresentare terreno fertile per un aggiornamento e un reintegro in produzione di una tecnologia unica, il sistema Enocontrol, che a oggi necessita di un processo di ammodernamento. Per questa ragione, l’interconnessione con moderni sistemi di mappatura e la realizzazione di ulteriori test in ambiente reale saranno per l’azienda occasione utile per opportune considerazioni su una tecnologia sempre più promettente per le cantine in termini di diversificazione produttiva e di adattamento alle mutate condizioni climatiche.

La validazione del sensore per la mappatura degli indici biofisici caratterizzanti la chioma di vite prodotta nell’ambito del progetto è elemento cruciale per Appleby Italiana e si inserisce a pieno titolo in un processo di industrializzazione di un sensore che integra stereocamere facilmente reperibili sul mercato e tecniche di machine learning. Anche in questo caso, l’accesso ai risultati potrà accelerare il processo di industrializzazione avvantaggiandosi di un TRL di partenza pari a 7. Saranno quindi previsti investimenti per l’integrazione del sistema in un design commerciale (TRL8) seguito dalla dimostrazione completa del sistema in ambiente operativo reale. Appleby Italiana vanta un team altamente qualificato nell’ambito dell’automazione in agricoltura e trova competenze puramente ingegneristiche nella collaborazione con lo Studio di Ingegneria TerraDAT di Paolo Dosso con all’attivo esperienza ultraventennale nell’ambito della geomatica e della computer vision che si è già concretizzata nella produzione dei sensori MECS-VINE, prima e ROBO, in seguito. Peraltro, non si esclude che potranno essere strette nuove collaborazioni professionali per colmare eventuali gap di conoscenza o competenze. La messa a punto delle opportune strategie per la comunicazione tecnico-commerciale dei nuovi prodotti è coerente con le scelte commerciali storicamente adottate dall’azienda.

Infine, non si può escludere che anche grazie ai contatti stretti nell’ambito del progetto, le due imprese aderenti a SPRINT non possano in futuro intraprendere progetti commerciali comuni per una valorizzazione congiunta delle tecnologie di proprietà con l’obiettivo di fornire servizi sempre più fruibili per il viticoltore 4.0.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Torna in alto